domenica 5 febbraio 2017

LEGO BATMAN-IL FILM

di Matteo Marescalco

One is the loneliest number that you'll ever do.

In una delle scene più divertenti di Lego Batman-Il Film c'è spazio persino per il brano di Aimee Mann reso immortale dal capolavoro di Paul Thomas Anderson, Magnolia. In occasione dell'anteprima romana del film, anche Claudio Santamaria, alias Enzo Ceccotti/Jeeg Robot nonchè doppiatore di Batman nella trilogia di Christopher Nolan (e in questo nuovo film di Chris McKay), si è soffermato sulla "solitudine del numero uno". Risulta essere interessante l'accostamento tra i LEGO, uno dei nomi più noti nel mondo dei giocattoli, con cui tutti, durante il periodo infantile, hanno più o meno giocato ed il personaggio Bruce Wayne/Batman, il cui trauma (l'uccisione dei genitori) gli ha sottratto la spensieratezza infantile.

La storia raccontata da questo spin-off di The LEGO Movie del 2014 è abbastanza semplice e lineare ma offre a Seth Grahame-Smith l'opportunità per creare una serie di gag surreali e ad alto tasso di divertimento per un pubblico di nerd. Perchè LEGO Batman-Il Film è, prima di tutto, un gigantesco divertissment per gli amanti dei fumetti, una giostra visiva che tende continuamente ad un atteggiamento iperbolico, un folle girotondo accompagnato e destabilizzato dai più noti volti malvagi della cultura mediale di sempre: appaiono, infatti, personaggi quali Voldemort, King Kong, Godzilla, Joker, Harley Quinn, i Greamlins, Bane, Sauron e chi più ne ha più ne metta. L'apertura, dopo il geniale prologo iniziale di natura metadiscorsiva, è assolutamente dinamitarda: Joker attacca Gotham City e Batman interviene per proteggere i suoi abitanti e, soprattutto, per mettersi in mostra. Fin dalle prime sequenze, capiamo che il centro focale della narrazione sarà dedicato al rapporto Batman-Joker, trattato alla stregua di una storia d'amore capovolta. Se ogni cosa, per esistere, ha bisogno del suo opposto, anche un eroe ha la necessità di un antieroe che ne legittimi l'operato. L'intero film è costruito sul tira e molla tra i due personaggi principali: un solitario giustiziere della notte che crede di poter fare tutto da solo (il suo arco di evoluzione prevede che trarrà le conseguenze del suo comportamento lungo il corso del racconto) e un cattivo che si sente triste perchè non considerato dalla sua nemesi positiva come il suo peggior nemico.
 
Ovviamente, l'obiettivo di LEGO Batman-Il Film è, principalmente, quello di divertire. Quindi, bando alle ciance sugli aspetti psicologici dei protagonisti. Il caleidoscopio di trovate ironiche porta in scena l'universo di Batman popolato da personaggi collaterali e, persino, da frammenti in live action dei precedenti film dedicati al fiore all'occhiello della DC. Per quanto riguarda l'aspetto tecnico, il film è realizzato in CGI, ma senza alcuna ricaduta visiva sull'effetto realistico dei LEGO, tanto da dare l'impressione di un prodotto in stop-motion. La resa grafica al neon è perfetta e i mattoncini, usurati in determinate scene, sembrano essere completamente veri. Insomma, se volete andare a vedere, in compagnia dei più piccoli, un prodotto divertente, rapido e dotato di un'ironia ricercata e mai banale, recatevi in sala per LEGO Batman-Il Film, in uscita il 9 Febbraio grazie a Warner Bros Pictures. 

Nessun commento:

Posta un commento