giovedì 11 giugno 2015

TAXI TEHERAN DI JAFAR PANAHI IN ARRIVO NELLE SALE ITALIANE

di Matteo Marescalco
 
Il 27 Agosto arriverà nei cinema italiani Taxi Teheran di Jafar Panahi.
Venduto in oltre 30 Paesi, sarà portato in Italia da Cinema, nuova distribuzione di Valerio De Paolis, già creatore della BIM. Da qui a Natale, la sua nuova casa di distribuzione, distribuirà nel nostro Paese anche An di Naomi Kawase (film di apertura di Un Certain Regard) e Much Loved di Nabil Ayouch. Con la BIM, distribuirà la Palma d'Oro Dheepan di Jacques Audiard e Mountains may depart di Jia Zhangke (in concorso ufficiale a Cannes).
 
Presentato in anteprima al Festival di Berlino e vincitore dell'Orso d'Oro, Taxi Teheran è il primo film che il regista iraniano ha girato dal 2010, piazzando la telecamera sul cruscotto del suo taxi e mettendosi alla guida per le vie di Teheran, nonostante il divieto di girare imposto dal regime dopo la sua partecipazione a una serie di movimenti di protesta. Arrestato, è stato rilasciato dopo più di due mesi di detenzione, grazie alla mobilitazione delle organizzazioni per la difesa dei diritti umani e del mondo del cinema a livello internazionale. Gli viene, tuttavia, preclusa la possibilità di dirigere, scrivere e produrre film, viaggiare e rilasciare interviste per i prossimi 20 anni.
 
Taxi Teheran è stato girato in clandestinità a causa della condanna del regime iraniano.
Osannato unanimemente dalla critica di tutto il mondo, il film è stato acclamato anche da Darren Aronofsky, Presidente di Giuria dell'ultimo Festival di Berlino, che ne ha detto: «Le restrizioni sono spesso fonte d'ispirazione per un autore perché gli permettono di superare se stesso. Ma, a volte, le restrizioni possono essere talmente soffocanti da distruggere un progetto ed annientare l'anima dell'artista. Invece di lasciarsi distruggere mente e spirito e di lasciarsi andare, invece di lasciarsi pervadere dalla collera e dalla frustrazione, Jafar Panahi ha scritto una lettera d'amore al suo cinema. Il suo film è colmo d'amore per la sua arte, la sua comunità, il suo paese e il suo pubblico».
 
Il regista è stato anche omaggiato alla 56esima edizione del Taormina Film Fest con la consegna del Tao Arte Award (Panahi era assente) e che, fra pochi giorni, aprirà le danze della sua 61esima edizione con Inside Out.
 
Al seguente link e di seguito trovate il trailer di Taxi Teheran: https://www.youtube.com/watch?v=Mvz9DfKAAiM

Nessun commento:

Posta un commento