giovedì 23 luglio 2015

INDIEGENO FEST: LA MUSICA INDIE APPRODA A TINDARI!

di Matteo Marescalco
 
Stanchi di trascorrere le vacanze estive a casa, vittime della terribile afa cittadina?
Non ne potete più delle sagre popolari che animano, fino a tarda notte, i paesi costieri e dell'entroterra?
O, ancora, ne avete fin sopra i capelli di anziani sculettanti impegnati in balli latinoamericani?
 
Bene, siciliani e non, aprite le orecchie e sgranate gli occhi e prestate ascolto al nostro consiglio!
Il 13 Agosto, dalle ore 19, il Teatro Greco di Tindari sarà la location della seconda edizione dell'Indiegeno Fest, che riunisce cinque artisti italiani per una serata ad alto tasso artistico e di divertimento che già si annuncia come la notte più lunga di questa estate, in uno degli scenari più suggestivi al mondo.

L'Indiegeno Fest nasce da un'idea dell'etichetta Leave Music, da sempre attenta a promuovere musica indipendente, il cui proposito è: «...che Tindari continui ad essere il tempio dell'arte, in cui diversi generi si mescolano per dar vita a qualcosa di nuovo, offrendo al pubblico uno spettacolo indimenticabile, e avvicinando sempre di più i giovani alle tradizioni attraverso le nuove tendenze musicali».

La line up della manifestazione dello scorso anno prevedeva le esibizioni di Brunori Sas, Marta sui tubi, Nicolò Carnesi, Gnut, Tommaso Di Giulio, Management del dolore post operatorio, Bottega Glitzer, Cassandra Raffaele e Dimartino.

Anche quest'anno il Festival conferma la propria volontà di effettuare un crogiolo di elementi sonori differenti, accomunati, tuttavia, da uno spirito etnico e multiculturale che riflette in pieno il carattere della terra sicula, aperta, da sempre, alle più svariate contaminazioni identitarie.

Gli artisti che saliranno sul palco saranno Niccolò Fabi, headliner della serata, e Gnuquartet, Colapesce (a cui abbiamo dedicato un approfondimento, in occasione dell'uscita del romanzo grafico La distanza), Levante, Dimartino e Tommaso Di Giulio.

Tutto questo non vi basta?
Ok, allora ricorriamo al mito e alla magia onirica legata alla località di mare che ospiterà l'evento.

Fin dalla sua fondazione, la storia di Tindari è stata un susseguirsi di miti, racconti e leggende popolari che hanno fortemente segnato l'immaginario collettivo. Base navale dei cartaginesi e, poi, dei romani, conquistata dai bizantini e dagli arabi, Tindari è nota soprattutto per il Santuario della Madonna Nera e per il mito di Donna Villa.
 
La tradizione fa risalire l'icona della terribile ma salvifica Madonna nera (nigra perchè proveniente
dalle fiamme degli inferi) direttamente all'epoca degli iconoclasti, tra l'VIII e il IX secolo. Si narra che la Madonna abbia salvato una bambina che stava precipitando giù verso il mare, allungando un lembo di terra sulle acque, in modo da formare un arenile salvifico.

La figura mitica ed ancestrale di Donna Villa è, invece, strettamente legata alle vicende che, secondo la leggenda, hanno avuto luogo nell'omonima grotta. I buchi al suo interno sarebbero il segno rabbioso delle dita di una maga divoratrice di marinai e vergini pronte al matrimonio.

Tindari, terra di confine legata a leggende ancestrali e a storie mitiche, animata da una serie di melodie eterogenee che contribuiranno a depositarsi come tesoro prezioso nel cuore di chi prenderà parte all'Indiegeno Fest, percependo il segreto eterno ed inconfessabile, per citare Colapesce, di un «posto in cui non cresce» mai veramente «l'addio».

 
Grazie alla partnership stipulata con Deezer, servizio di musica in streaming con un catalogo da 30 milioni di brani musicali disponibile in oltre 180 Paesi, Indiegeno Fest ha anche una playlist dedicata. Per ascoltare gli artisti ospiti di quest'edizione: http://www.deezer.com/playlist/906333305

Per tutte le informazioni, consultate il sito ufficiale dell'evento: http://www.indiegenofest.it
Infoline: 0645493710 http://www.indiegenofest.it // www.facebook.com/indiegenofest
Ticket: http://www.tickettando.it // http://www.ticketone.it // http://www.ctbox.it
Mail: info@indiegenofest.it // info@leavemusic.it
Apertura cancelli 18:30 // Inizio concerto 19:00

scritto per Il Giornale di LettereFilosofia.it

Nessun commento:

Posta un commento